il territorio

In viaggio nelle Terre del Catria

Naturali e incontaminati, i paesaggi del Catria regalano al visitatore panorami mozzafiato.
Il trascorrere delle stagioni rendono il paesaggio una tavolozza di colori. Dal verde smeraldo dei prati primaverili, si scende agli alberi ricchi di giallo e rosso fogliame autunnale, tutto inciso nell’azzurro delle acque dolci dei torrenti e dei fiumi.
Durante l’inverno il Massiccio del Catria offre numerose attività a stretto contatto con la natura: sci alpino, ciaspolate, sci con le pelli; in primavera ed estate, mountain bike, trekking, down hill, Nordic walking, ecc. I sentieri diventano bianche vie su cui primeggia, in alto, la Croce del Catria. 
La risalita può essere effettuata tutto l’anno in tutta tranquillità attraverso la cabinoviaCaprileMonte Catria” che parte dalla frazione di Foce, per raggiungere in 20 minuti i 1400 m. s.l.m. del Monte Acuto e gli innumerevoli sentieri di varia difficoltà del Gruppo del Catria.

La strada per raggiungere il Monte Catria è ricca di storia e cultura. Passando per la via Flaminia, si viene travolti da piccole città rinascimentali come Cagli e Frontone. Quest’ultima è nota per il suo castello che troneggia e ricorda fasti ormai passati ed echi di lotte di predomini e di famiglie, come i Montefeltro, che segnarono momenti importanti della storia del territorio, soprattutto delle vicine città di Urbino e Gubbio.
Tra natura e borghi si nascondono abbazie come Fonte Avellana e Sitria.
Il monastero di Fonte Avellana risale alla fine del X secolo, intorno al 980, quando alcuni eremiti scelsero di costruire le prime celle di un eremo che nel corso dei secoli diventerà l’attuale monastero.
Grazie alle molteplici contaminazioni, l’abbazia è un punto di riferimento religioso e sociale. Rimarrete stupiti dal verde circostante e non dimenticate di visitare lo “Scriptorium S. Pier Damiani” e il Giardino Botanico del monastero.

terre del catria

Storia e Natura

Il Massiccio del Catria offre numerose attività a stretto contatto con la natura

Per i più piccoli, il Kinderland Park: il parco giochi tematico più alto della Regione Marche che permette ai bambini, in inverno ,di scivolare, giocare e fare i primi passi sulla neve e con l’arrivo delle belle stagioni avventurarsi, magari con mamma e papà, tra due linee gioco con attrezzature in quota ed una linea aerea con casette sugli alberi, ponti tibetani, parete d’arrampicata, un tubbyng con ciambelle, una rete a canguro e tanti altri giochi ed attrattive.

Preghiera e meditazione: un viaggio spirituale all’interno del territorio del Catria

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Bellezze naturali e artistiche conservate nel cuore delle Marche

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Antichi borghi in dolci colline

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.